Chi siamo

  • Questo blog è l’evoluzione dell’omonima trasmissione radiofonica, “Il becco del Tucano” che va in onda i martedi’ alle 18.00 su Radio Popolare Catanzaro ( all’indirizzo telematico http://www.radiopopolarecatanzaro.it ).
  • Come la trasmissione, anche questo blog si concentrerà su tutto quel mondo sommerso della cultura dal basso e di quella socialità impegnata che non ha intenzione di lasciare le proprie radici underground, ed anzi da quelle vuole ripartire per poter tracciare le coordinate culturali di quelle che una volta potevano essere definite “classi subalterne” che sono sotto attacco da parte della cultura ufficiale e si ritrovano smarrite a subire uno degli attacchi piu’ feroci di sempre alla propria vita, sia alle condizioni materiali che di conseguenza agli aspetti piu’ interiori. L’obiettivo, ambizioso, è dare il giusto risalto a chiunque si cimenti nella produzione critica di saperi ed inserirlo all’interno di una tradizione antagonista che non si limiti agli slogan, ma cerchi di cambiare la realtà. Ci sarà quindi lo spazio per chiunque rientri in questo target: street artists, scrittori scomodi, case editrici ed etichette musicali indipendenti, i centri sociali piu’ coscienti, i gruppi musicali meno intaccati dalla commercializzazione, i movimenti animalisti, quelli per la difesa del territorio, gli atleti e le società sportive ancora legate al concetto di “popolare”; ma anche ( e questa è la scommessa piu’ ardua da vincere) i cosi’ detti “cattivi maestri”, ovvero coloro che tentano anche nelle sedi accademiche e/o specializzate di non cedere  alle narrazioni calate dall’alto, ma vi si oppongono cercando di produrre altre visioni della vita e della cultura. Piu’ in generale questo blog è indirizzato a chi non vuole chinare la testa, a chi non crede al potere e vuole disporre dei giusti strumenti teorici coi quali affinare la pratica della contestazione allo status quo. Naturalmente questo blog, non pretende affatto di essere una sorta di “Bibbia degli antagonisti”, anzi essendo soggettivo, spesso usciranno delle opinioni scomode e personali; magari verrà privilegiato qualche evento o argomento  piuttosto che altri.  Quello che è certo è che proveremo a seguire i dibattiti principali  che animano le varie sfaccettature dell’ undergound; cosi come faremo con tutte le istanze e  le mobilitazioni che riguardano quella socialità, che per comodità di cose potremmo definire “precaria” e che  ha bisogno  del maggior numero di connessioni  e collegamenti possibili per poter  esprimere il proprio potenziale e raggiungere quell’unione  tra tutti i dannati della terra, fondamentale per poter provare  a spostare gli equilibri di questa società irreversibilmente malata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...