“Quando meno te lo aspetti… A volte ritornano!”

 

Se pensavate di esservi tolti l’impiccio del martedì pomeriggio, se vi eravate illusi di non senire più “tutti quei pipponi” sulla cultura dal basso, rassegnatevi:  il Becco del Tucano è tornato!

 

 

Certamente, parafrasare Venditti e il suo “certi amori non finiscono”, sarebbe a dir poco inflazionato, e in fin dai conti la nostra mitica sigla, “If the kids are united” degli SHAM’69 non la cambieremmo per nulla al mondo, ma difficilmente ci può venire in mente una frase più appropriata per descrivere questo momento e se anche ci fosse, non cambierebbe di una virgola il senso di questo post:

IL BECCO DEL TUCANO E’ TORNATO!

Torna la trasmissione radio e lo fa tornando dal basso di una piccola emittente che si appoggerà alle frequenze web della UMG pur godendo di tutta l’autonomia posibile, perchè ho creduto nel progetto e nella pianificazione di un fratello che ha sempre preferito scegliere nella vita la sostanza al posto della forma; torna perchè il primo amore non si scorda mai e la voglia di tornare radio era ancora più forte di quando entrai per la prima volta a registrare nel 2012, anche grazie agli attestati di stima e nostalgia degli ascoltatori, la vera arma in più della trasmissione e vero motivo di vanto per aver creato una vera e propria comunità.  Di conseguenza, torna anche questo blog che nell’ultimo periodo si era un po’ spento per dare spazi ad altri progetti personali, ma mai definitivamente abbandonato e quindi non appena ho ricevuto la proposta di tornare in pista, la decisione è stata immediata: il becco più irriverente e scomodo delle web-radio tornerà a infilarsi sotto terra per rovistare e portare in superficie quei frutti dell’underground capaci di veicolare ancora messaggi di resistenza alle sempre più invadenti logiche di mercato e  alle sue ossessioni distorte.

Sarà un ritorno a fari spenti, almeno all’inizio in quanto la cadenza delle trasmissioni sarà più limitata da un punto di vista della quantità, essendo più cadenzata ( al momento si tratta di un martedì al mese) e a tratti quasi irregolare, ma a questo si cercherà di sopperire con una qualità che si spera superiore, soprattutto per quel che riguarda gli ospiti.Infatti, l’obiettivo è di completare quel salto di qualità capace di traghettare definitivamente la trasmissione e i suoi ascoltatori in una dimensione meno locale e più di ampio respiro, cercando di non adeguarsi a una realtà che inevitabilmente chi scrive non può vivere più nelle contraddizioni della sua quotidianità, ma provando a esercitare delle “forzature” per stimolare nuove prospettive e nuovi percorsi.

Allo stesso modo il blog, pur (ri)partendo senza grandi pretese,  proverà a integrare la precedente linea editoriale che già seguiva con delle nuove esperienze maturatesi negli ultimi tempi, come ad esempio “Teppa Il festival delle resistenze metropolitane” che vede il Becco del Tucano attivo in prima linea nell’organizzazione e nella promozione, oppure i progetti portati avanti con sportpopolare. it e con uno spazio tutto nuovo dedicato a una “narrativa estemporanea” che proverà a raccontare in maniera dissacratoria la vita quotidiana di una generazione senz’arte nè parte che pur essendo additata da tutti come ignava e senza combattività, si ritrova a dover lottare, quasi a sua insaputa, giorno dopo giorno per la propria sopravvivenza e contro la precarietà imposta da ritmi di “produzione sociale” forsennati quanto crudeli, ma che in fin dai conti proprio per questa loro natura sono portatori di quella creatività che (si spera) dovrà dsistruggere lo status-quo e restituirci la possibilità di poter decidere delle nostre vite uscendo dall’angolo in cui ci vorrebbero relegati, circondati da un cordone sanitario di demonizzazione sociale attraverso le loro narrazioni tossiche che non fanno altro che rincoglionire ulteriormente l’opinione pubblica, contrapponendogli la nostra di narrazione e le nostre istanze, mai come ora ineludibili o riducibili a semplice fenomeno di ordine pubblico, come pure uno scellerato decreto che sta per essere approvato in questi giorni vorrebbe.

Adesso non resta che dare seguito a quanto annunciato finora e quando i martedì pomeriggio sentirete la nostra sigla… ci vedremo nella mischia!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...